Edward Hopper

16 febbraio >13 giugno 2010

Questa esposizione ha reso omaggio, con una grande rassegna antologica, a Edward Hopper (1882-1967), il più popolare e noto artista statunitense del ventesimo secolo, pittore di un’America del quotidiano, fatta di posti apparentemente anonimi, ma in cui pulsa la vita di quella middle class che costituisce la vera forza della nazione. Alcuni capolavori, come The Sheridan Theatre e Morning Sun, sono stati accompagnati dai disegni preparatori, per ammirare il percorso creativo dell’autore. La mostra ha preso in esame tutte le tecniche predilette dall’artista, l’olio, l’acquerello e l’incisione. Il pubblico è stato immerso nell’atmosfera dell’America di metà Novecento, anche grazie a un ingresso suggestivo, che ha ricostruito scenograficamente il bar di un celebre dipinto hopperiano, Nighthawks.

Mostra a cura di Carter E. Foster

Catalogo Skira editore